1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Formazione

 

Che cos'è la formazione professionale

 

Lo scopo principale della FP è quello di fornire alle persone competenze, conoscenze e capacità tali da accrescere la propria professionalità da spendere sul mercato del lavoro.
Per scegliere il corso che più interessa, occorre considerare diversi fattori quali: gli sbocchi lavorativi, la durata del corso, gli enti promotori e l'attestato.
Per continuità del corso si indica la possibilità di poter accedere ad altri corsi di specializzazione, aggiornamenti e workshop.

FORMAZIONE PROFESSIONALE
(tratto dalla "guida 2001 ai corsi di formazione per lavoratori occupato" a cura dell'Assessorato alla Formazione delle Regione Piemonte)

Lo scopo primario della FP è quello di fornire alle persone competenze, conoscenze e capacità tali da accrescere il proprio valore sul mercato del lavoro e delle professioni. La caratteristica fondamentale che si correla ad essa è la flessibilità. Questa peculiarità diventa essenziale per poter rispondere in modo appropriato alle domande e ai cambiamenti che interessano il sistema economico, pertanto le attività formative che vengono di anno in anno messe in atto sono di origine diversa e differenti sono gli organismi che le attuano.
Per comprendere meglio il corso di FP che più ci interessa è necessario considerare attentamente il progetto che lo sostiene. Normalmente il progetto di un corso di FP presenta alcune voci che sono utili per capire meglio quali argomenti siano trattati al suo interno e quali siano le modalità di svolgimento dello stesso; tali voci vengono approfondite nella tabella 1.
Infine, ci si può chiedere su quali canoni sia giusto basarsi al momento della scelta di un determinato corso di formazione professionale piuttosto che di un altro. Tale scelta richiede un impegno particolare e non si può procedere senza essersi ben informati e senza essere sicuri che quel particolare corso sia adatto alle nostre esigenze e alle nostre capacità.
A tal fine, nella tab. 2 sono indicati alcuni consigli pratici che potranno esservi utili per giungere ad una decisione ponderata.

 
TITOLO DEL CORSO
Dal titolo si possono ricavare informazioni sul profilo professionale che si ottiene al termine del corso, ovvero esso esprime la denominazione della figura di riferimento del corso che scaturisce di solito da un indagine sulle esigenze di professionalità dell' impresa
SBOCCHI LAVORATIVI
Con questa voce si precisano le possibili collocazioni a livello lavorativo degli allievi al termine del corso; ciò vuol dire che
l' organismo che attiva il corso oltre a fornire una preparazione adeguata si impegna a fornire un percorso che faciliti l' inserimento lavorativo degli ex allievi
DURATA
Solitamente si indica una durata in ore totali, la data di inizio, la data finale ed, in fine le modalità di utilizzo del tempo
STAGE
In questi corsi di formazione lo stage è obbligatorio; all' interno del progetto viene indicata la durata dello stage, il tipo di impresa in cui si svolge e anche le attività che si prevedono
PARTNERSHIP
In alcuni casi l' azione formativa viene organizzata in collaborazione con altri organismi: servizi pubblici o privati, università o agenzie di formazione specialistica
COSTI
Tra le voci di informazione solitamente viene indicata anche quella relativa il corso di iscrizione da parte degli allievi ed eventuali altri costi connessi ai servizi erogati
 
Quali sono i criteri?
Spiegazione
SICUREZZA
L' organismo di formazione deve fornire una garanzia circa la sua competenza e, quindi la validità del corso proposto
RISPONDENZA
Si intende la reale capacità dell' organismo di formare le figure professionali effettivamente richieste dall' impresa
QUALITA' DIDATTICA
Con questa voce si indicano alcuni elementi come il personale, le tecnologie, l' alternanza formativa, l' eventuale stage all' estero e i servizi di supporto
EFFICACIA
Si riferisce alla capacità del corso di favorire l' occupazione e di condurre alla soddisfazione degli allievi
EFFICIENZA
È' la capacità del corso di fornire una formazione in relazione alle esigenze del mondo del lavoro
CONTINUITA'
Tale caratteristica permette, una volta finito il corso, di poter accedere ad altri corsi di specializzazione, aggiornamenti e work-shop, anche nella modalità della formazione a distanza
 

FORMAZIONE PERMANENTE
Per formazione permanente si intendono tutte quelle opportunità destinate alla formazione o all'aggiornamento di persone, indipendentemente dalla loro condizione occupazionale;
la maggior parte delle altre opportunità formative sono infatti legate ad una particolare situazione: essere disoccupati (Direttiva Regionale Marcato del Lavoro e Direttiva Finalizzata all'Occupazione), essere occupati (Direttive Regionale Occupati) o essere apprendisti
Solitamente i corsi di formazione permanente sono finalizzati
- al completamento della formazione di base e l'alfabetizzazione informatica e linguistica;
- all'elevamento delle competenze professionali, culturali e dell'educazione a tutti i livelli;
- alla riqualificazione o riconversione a nuove opportunità professionali per lavoratori
aultra quarantenni;
- al rientro nei diversi livelli della scuola secondaria superiore.

E sono diretti a soggetti che di propria iniziativa intendono intraprendere un percorso di formazione professionale. Sono solitamente previste le seguenti attività corsuali:
-
percorsi formativi di breve durata di informatica e di lingue straniere;
-
percorsi formativi mirati ad una qualificazione di base e/o a contenuto specialistico, svolti anche in modalità di formazione a distanza.

I corsi di formazione permanente si distinguono dai corsi di formazione continua che di solito riservati ai lavoratori occupati.
Nella zona di Moncalieri i corsi di formazione permanente fanno riferimenti in primo luogo ai Centri Territoriali Permanenti per la Formazione e L'Educazione degli Adulti (CTP) ed in particolare ad una misura del Piano Corsi Regionale aperta sia a lavoratori occupati che a disoccupati (Misura C4).