1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

ACCESSO AL CIMITERO CON AUTO

 

Descrizione

Le persone le cui condizioni di salute comportano un grave impedimento alla deambulazione, o che sono non vedenti possono essere autorizzate ad accedere al Cimitero Urbano e nella parte nuova del Cimitero di Revigliasco con automezzo privato per raggiungere le sepolture dei propri familiari.

Tale autorizzazione è valida durante gli orari di apertura al pubblico

 

Destinatari

Le persone le cui condizioni di salute comportano un grave impedimento alla deambulazione, o che sono non vedenti.
Persone che hanno un'invalidità temporanea

 

Modalità

L'interessato deve presentare domanda in bollo in corso di validità  da consegnare all'Ufficio Protocollo.
In caso di invalidità temporanea, alla domanda deve essere allegata certificazione medica comprovante la diminuita capacità di deambulazione autonoma.
Tale certificazione non deve essere presentata in caso di invalidità permanente, di persone che usufruiscono del servizio taxi o nei casi in cui l'invalidità è riferita a persone di età superiore ai 75 anni e dai non vedenti. Sarà cura dell'ufficio non appena pronto a telefonare all'interessato che dovrà presentarsi presso l'ufficio Servizi Cimiteriali - Ufficio Stato Civile per il ritiro del permesso munito di documento di riconoscimento valido non scaduto e con un ulteriore marca da bollo da applicare sul detto permesso.
Ogni qual volta l'interessato si recherà presso la sepoltura dei propri cari deve esporre al parabrezza della vettura il contrassegno e se richiesto al Responsabile del Cimitero.

 

Documentazione/modulistica

 

Costi e modalità di pagamento

La domanda è in bollo in corso di validità da acquistare dal tabaccaio. Al ritiro del permesso è richiesta un'altra marca da bollo di pari importo

 

Informazioni e scadenze

In caso d'invalidità temporanea il permesso abilita il titolare all'accesso al cimitero per il periodo dichiarato dalla certificazione medica allegata, e, comunque, per un periodo non superiore ad un anno. In caso d'invalidità permanente, di persone che usufruiscono del servizio taxi, di non vedenti o nei casi in cui l'invalidità è riferita a cittadini d'età superiore ai 75 anni, la validità del permesso è estesa ad un quinquennio.