1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Rimborso Ticket Sanitari per i cittadini di Moncalieri

 

Per rimborso ticket s'intende l'intervento del Comune a copertura delle quote di partecipazione al costo delle prestazioni sanitarie dovuta dai cittadini al S.S.N. per diagnostica strumentale e di laboratorio e per le altre prestazioni specialistiche erogate in regime ambulatoriale, NON GIÀ DIRETTAMENTE ESENTATI per reddito, per patologia, per infortunio INAIL, per gravidanza, per prescrizioni a carattere preventivo richieste da consultori o per altre fattispecie previste dalle normative regionali vigenti.

Le spese ammesse sono: 
- ticket per diagnostica strumentale e di laboratorio; 
- ticket per prestazioni specialistiche diverse;
- ticket per prestazioni di fisioterapia e relative prescrizioni

L'ammontare massimo rimborsabile per ciascun nucleo, è pari a 300,00 euro annui.
Esaurito, per ciascun anno di riferimento, l'importo messo a budget, non si effettuerà più alcun rimborso, fatti salvi casi eccezionali, debitamente comprovati, che l'Amministrazione si riserva la facoltà di valutare singolarmente ed eventualmente autorizzare con separato atto della Giunta dell'Unione che tenga conto della disponibilità finanziaria dell'Ente.

 
DESTINATARI

I nuclei familiari, dove almeno un componente risulti in attività lavorativa, residenti nel Comune di Moncalieri in possesso di certificato ISEE valido, non superiore a 6.000,00 euro;
Gli inoccupati o in cerca di prima occupazione e i loro familiari a carico, residenti nel Comune di Moncalieri, iscritti al Centro per l'impiego, in possesso di certificato ISEE valido, non superiore a 6.000,00 euro. 
I minorenni in affidamento familiare o inseriti in struttura o comunque soggetti a provvedimenti di tutela del Tribunale per i Minori, su richiesta del servizio sociale competente;
I nuclei familiari che abbiano subito una riduzione del reddito superiore al 25% e che producano un "ISEE corrente" non superiore a € 6.000,00. Tale esenzione ha la medesima durata dell'ISEE corrente.

I cittadini ammessi al beneficio hanno l'obbligo di comunicare tempestivamente ai servizi ogni variazione della situazione dichiarata all'atto della presentazione della domanda, derivante dalla modificata composizione familiare, dal mutamento delle condizioni di reddito e di patrimonio, dall'insorgere di condizioni che consentano ai beneficiari di rientrare, in tutto o in parte, nelle esenzioni già previste dal Servizio Sanitario.

 
MODALITÀ

I cittadini in possesso dei requisiti sopracitati, presentano la domanda su apposito modulo disponibile presso l'Ufficio ISEE o scaricabili dal sito internet del Comune di Moncalieri e dell'Unione dei Comuni, dove vengono dichiarati i dati anagrafici , il codice IBAN del richiedente, il reddito ISEE, lo status occupazionale ,allegata copia della tessera sanitaria rilasciata dall'ASL e i riferimenti relativi al permesso di soggiorno.

Per i nuclei, dove l'unico componente lavoratore abbia un contratto a termine, la validità del beneficio si interrompe con la scadenza del contratto.

Per i cittadini con permesso di soggiorno e/o tessere sanitarie con scadenza in corso d'anno, il beneficio è subordinato alla validità dei documenti sopracitati.

Per richiedere il rimborso della SPESA SANITARIA/TICKET, (visite specialistiche, analisi, terapie, etc.) occorre allegare alla fotocopia della ricetta/promemoria per l'assistito CON DIAGNOSI NASCOSTA, la documentazione attestante la prenotazione/accettazione delle prestazioni e l'originale della ricevuta valida ai fini fiscali rilasciata all'utente dall' ASL o dal Centro Medico convenzionato ed attestante il pagamento del ticket.

 
DOCUMENTAZIONE/MODULISTICA

La domanda deve essere presentata all'Ufficio ISEE del Comune di Moncalieri in qualsiasi momento dell'anno.

 
 
MODALITÀ DI RIMBORSO

Il rimborso verrà riconosciuto al cittadino entro il mese successivo dalla consegna della documentazione prevista, con le seguenti modalità: 
-  bonifico bancario su c/c indicato all'atto della presentazione della domanda 
-  in contanti presso gli sportelli della Tesoreria dell'Ente 

I cittadini le cui dichiarazioni risultano false, decadono dal beneficio acquisito e sono tenuti al rimborso delle spese sostenute dall'Unione dei Comuni in loro favore. L'Unione dei Comuni provvederà d'ufficio alla segnalazione all'Autorità Giudiziaria.

 
INFORMAZIONI E SCADENZE

La richiesta di rimborso, deve essere inoltrata perentoriamente entro 30 giorni dalla data in cui è stata sostenuta la spesa (fa fede la data di emissione della ricevuta fiscale consegnati in originale all'Ufficio ISEE). Decorso tale termine la spesa non sarà più rimborsabile.

L'ammissione al beneficio ha validità dalla data di presentazione della relativa domanda fino al 31 dicembre dell'anno di scadenza dell'Attestazione ISEE presentata a corredo della domanda.