1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Consultazione dei documenti

I documenti dell'Archivio Comunale sono consultabili nei termini previsti dalla legge e dal Regolamento comunale per l'accesso agli atti amministrativi.

L'accesso agli atti da parte di soggetti che abbiano interessi giuridicamente rilevanti avviene ai sensi della legge sul procedimento amministrativo e la trasparenza (L. 241/1990, artt. 10, 22 e sgg. modificata dalla L. 11 feb. 2005 n. 15) e della legge sull'ordinamento delle autonomie locali (__D.Lgs.__ 267/2000, art. 10).

La consultazione di documenti per motivi di studio e ricerca avviene ai sensi del codice dei beni culturali e del paesaggio (__D.Lgs.__ 42/2004) nel rispetto del codice in materia di protezione dei dati personali (D.Lgs 196/2003).

In entrambi i casi l'accesso a taluni dati o documenti può essere negato o soggetto a limitazioni per motivi di privacy (__D.Lgs.__ 196/2003 e __D.Lgs.__ 42/2004 artt. 122-126) o riservatezza dei dati, secondo quanto previsto dalla legge e dai regolamenti interni.

 
 

Modulistica

Consultazioni per motivi di studio:

 

Richieste di accesso agli atti:

 

ATTENZIONE:
L'accesso alle pratiche edilizie non è gestito dall'archivio generale ma dal servizio edilizia privata con diversa modulistica.

 
 

Orari

Esclusivamente su appuntamento
dal lunedì al giovedì: 8.30-12.15; 14.30-16.00  -  venerdì: 8.30-12.15

 
 

Condizioni di accesso alla sala studio e tariffario fotocopie

Gli utenti che accedono alla sala di studio per la prima volta nel corso dell'anno sono tenuti a compilare e a presentare all'Ufficio l'apposita domanda di consultazione o la richiesta di accesso agli atti. In occasione degli accessi successivi essi dovranno farsi identificare dal personale dell'Ufficio.

In linea di massima non è possibile consultare più di tre unità archivistiche alla volta, tuttavia si precisa che l'esatto numero di unità archivistiche consultabili è stabilito caso per caso, in base alla tipologia e alle caratteristiche dei documenti richiesti, ad insindacabile giudizio del personale dell'Archivio.

Le richieste vengono soddisfatte nel più breve tempo possibile. Se si desidera sveltire le procedure è consigliabile contattare preventivamente l'Archivio per indicare l'oggetto della propria ricerca e prendere un appuntamento per dare modo al personale di preparare il materiale documentario.

E' vietato alterare in qualsiasi modo e con qualsiasi mezzo lo stato dei documenti in consultazione e degli arredi; è altresì vietato apporre note o richiami sui documenti e alterarne l'ordine.

Lo studioso è tenuto a comunicare ogni eventuale lacuna o errata collocazione del materiale richiesto.

Sono gratuite le ricerche effettuate "per accertate ragioni di studio". Gli studiosi sono pertanto tenuti ad autocertificare sulla richiesta di ammissione, sotto la propria responsabilità, le ragioni per le quali effettuano le ricerche.
 
Le fotocopie, ove consentite e contenute entro un numero limitato di copie, possono essere eseguite immediatamente, salvo diverso giudizio del personale dell'Ufficio. In caso contrario l'utente sarà invitato a tornare il giorno successivo per il ritiro. E' ribadito il divieto di riproduzione fotostatica di documenti pergamenacei, rilegati o in precario stato di conservazione.
I costi per la riproduzione fotostatica dei documenti ammontano a:
Fotocopia formato A4: € 0,10
Fotocopia formato A3: € 0,21

I fondi in corso di ordinamento e inventariazione sono esclusi dalla consultazione.
In sala studio è vietato consumare cibi o bevande e introdurre animali.
In tutti i locali dell'Archivio vige l'assoluto divieto di fumo.

 
 
 

Ufficio competente