1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Richiesta autorizzazione vincolo idrogeologico

Con D.D. n. 368 del 07.02.2018 ad oggetto " L.R. 9 agosto 1989, n. 45 (Nuove norme per gli interventi da eseguire in terreni sottoposti a vincolo per scopi idrogeologici). Definizione delle documentazione di cui all'articolo 7" la Regione Piemonte ha approvato la nuova documentazione da allegare alle istanze di autorizzazione per l'esecuzione di interventi di modificazione e trasformazione d'uso del suolo nelle aree sottoposte a vincolo idrogeologico ai sensi del R.D.L. n. 30 dicembre 1923, n. 3267 (art. 7 della l.r. 45/89). L'aggiornamento della documentazione da allegare alle istanze di autorizzazione è risultato necessario a seguito delle numerose modifiche normative; il provvedimento entrerà in vigore a partire dal 17 marzo 2018 e a decorrere da quest'ultima data vengono revocate le DD.G.R. n. 112-31886 del 3.10.1989 e n. 132-36709 del 03.04.1990.

Descrizione

Autorizzazione necessaria ad ottenere il Permesso di Costruire o di procedere con la Denuncia di Inizio Attività ed ogni altro intervento edilizio nel caso in cui la zona sulla quale si interviene è sottoposta al vincolo idrogeologico ai sensi del R.D.L. 30 dicembre 1923 n.3267.

Come fare  
Scaricare il modello e compilarlo in tutte le sue parti oppure richiederne copia allo Sportello Unico per l'Edilizia.

Dove e quando  
Va depositato al protocollo dell'ufficio nei giorni ed orari d'apertura al pubblico, oppure va spedito mezzo posta ordinaria e verrà inoltrato automaticamente allo Sportello Unico per l'Edilizia.

Tempistiche
  
L'iter prevede una fase istruttoria che si è assunta in modo analogo a quella prevista per il procedimento del Permesso di Costruire. Pertanto verranno richieste integrazioni necessarie allo svolgimento di istruttoria, entro 15 giorni dal ricevimento della istanza, quindi verrà sottoposta all'esame della Commissione Edilizia e solo in seguito al parere espresso in modo favorevole può essere rilasciata l'Autorizzazione per l'intervento in zona soggetta al Vincolo Idrogeologico. Pertanto i termini sono di circa 60 giorni da parte del Comune.

Ufficio e/o figura competente  
Ufficio Edilizia Privata e Segreteria tecnica dello Sportello Unico per l'Edilizia    

Costi  
Istanza in bollo ricevuta del versamento dei diritti di segreteria, marca da bollo in corso di validità da applicarsi sulla autorizzazione rilasciata.  
Ai fini del rilascio della Autorizzazione è previsto l'obbligo del rimboschimento di terreni propri o comunque disponibili per una superficie pari a dieci volte quella modificata , quando questa sia boscata, o per una eguale superficie negli altri casi, con un minimo di 1000 mq. In alternativa è ammesso il versamento di un corrispettivo di rimboschimento stabilito nella misura di Euro 2169,12 per ettaro (per un minimo ha 0.10) tramite c/c 10364107 intestato alla Regione Piemonte, P.za Castello 165, Torino - A seguito del rilascio dell'Autorizzazione inerente il Vincolo Idrogeologico ed il Permesso di Costruire, prima dell'inizio dei lavori i soggetti, titolari delle autorizzazioni sono tenuti al versamento di un deposito cauzionale proporzionale a Euro 2.000,00 per ettaro di terreno interessato, con un minimo di Euro 1.000,00 ( si fa presente che gli importi delle cauzione in base art. 8 della L.45/89 s.m.i. potrebbero subire variazioni a seguito di ulteriori modifiche normative).

Sanzioni
Le violazioni relative a trasformazione o modificazione d'uso del suolo in zone sottoposte al vincolo per scopi idrogeologici eseguite senza la prescritta autorizzazione o in difformita' dalla stessa comportano l'applicazione della sanzione amministrativa da euro 75,00 a euro 620,00 per decara di terreno o frazione, con minimo di euro 250,00, secondo le disposizioni di cui all'articolo 24 del R.D.L. 30 dicembre 1923, n. 3267.
Qualora la violazione interessi zone percorse da incendi, la sanzione amministrativa e' raddoppiata, con un minimo di euro 500,00.
L'inizio dei lavori autorizzati senza l'avvenuto versamento del deposito cauzionale od il mancato versamento dell'importo corrispettivo del rimboschimento, ove richiesto, comporta, oltre alla sospensione dei lavori fino alla regolarizzazione della posizione, la sanzione amministrativa da euro 150,00 a euro 620,00 ( si fa presente che gli importi delle sanzioni in base all'art. 13 della L.45/89 s.m.i. potrebbero subire variazioni a seguito di ulteriori modifiche normative).

Informazioni utili
È importante depositare tutta la documentazione necessaria alla definizione del procedimento al fine di evitare sospensioni e perdite di tempo.

RIFERIMENTI NORMATIVI
Legge Regionale 45/89 s.m.i. per interventi in zona soggetta a Vincoli di Tutela Idrogeologica di cui al R.D.L. 30 dicembre 1923 n. 3267, Circolare n. 3/AMB/2018 del 31/08/2018 della Regione Piemonte, D.G.R. n. 41 del 07/12/2017, D.D.R. n. 368 del 07/02/2018 e Legge Regionale 05/12/77 n. 56 s.m.i,.

N.B. * si comunica che gli importi dei costo e delle sanzioni potrebbero subire variazione a seguito di ulteriori modifiche normative.