1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Valutazione di Impatto Ambientale (VIA)

Cos'è la Valutazione di Impatto Ambientale (VIA)

La procedura di VIA viene strutturata sul principio dell'azione preventiva, in base al quale la migliore politica ambientale consiste nel prevenire gli effetti negativi legati alla realizzazione dei progetti anziché combatterne successivamente gli effetti. La struttura della procedura viene concepita per dare informazioni sulle conseguenze ambientali di un'azione, prima che la decisione venga adottata, per cui si definisce nella sua evoluzione come uno strumento che cerca di introdurre a monte della progettazione un nuovo approccio che possa influenzare il processo decisionale negli ambienti imprenditoriali e politici, nonché come una procedura che possa guidare il processo stesso in maniera partecipata con la popolazione dei territori interessati.

La VIA nasce quindi come strumento per individuare, descrivere e valutare gli effetti diretti ed indiretti di un progetto sulla salute umana e su alcune componenti ambientali quali la fauna, la flora, il suolo, le acque, l'aria, il clima, il paesaggio e
il patrimonio culturale e sull'interazione fra questi fattori e componenti.
Obiettivo del processo di VIA è proteggere la salute umana, contribuire con un migliore ambiente alla qualità della vita, provvedere al mantenimento delle specie e conservare la capacità di riproduzione dell'ecosistema in quanto risorsa essenziale per la vita.

Il processo di VIA si conclude con il provvedimento di valutazione dell'impatto ambientale emesso dall'Autorità Competente, obbligatorio, vincolante e sostitutivo di ogni altro provvedimento in materia ambientale e di patrimonio culturale. Il provvedimento di VIA fa luogo dell'autorizzazione integrata ambientale (AIA), e comprende le procedure di valutazione d'incidenza (VINCA).

Il termine massimo per l'emissione del provvedimento di VIA è fissato in 150 giorni (12 mesi per le opere complesse).

In Regione Piemonte la VIA è attualmente disciplinata dalla legge regionale 14 dicembre 1998, n. 40 "Disposizioni concernenti la compatibilità ambientale e le procedure di valutazione e s.m.i.".

Progetto di competenza regionale: 
Nuovo canale scolmatore tra il canale della Ficca ed i ponti cittadini

I progetti di competenza comunale sono elencati nell'allegato B3 della LR 40/98  e s.m.i.

 
 
 
 

Procedimenti di VIA avviati

La sede per prendere visione del progetto, del piano o programma e del rapporto ambientale  e di tutta la documentazione oggetto dell'istruttoria è il Settore Gestione Infrastrutture e Servizi Ambientali del Comune di Moncalieri -
Ingresso D Via Principessa Clotilde 10 - Tel. 011/6401.320 - fax 011/6401.296 - Piazza Vittorio Emanuele II Moncalieri e-mail: segreteria.ambiente@comune.moncalieri.to.it, con il seguente orario d'ufficio Lunedì 8.30-12.00 Mercoledì 14.30-16.00 Venerdì 8.30-12.30.



 
AVVIO DEL PROCEDIMENTO DI VERIFICA DI ASSOGGETTABILITÀ ALLA FASE DI VIA
AVVISO
RELAZIONE
ESITO
Progetto di un parcheggio di oltre 500 posti auto a servizio di nuova costruzione di edifici residenziali e commerciali. Trasformazione dell'area ex DEA di Strada Torino 70 Moncalieri
Progetto di un parcheggio di oltre 500 posti auto - Intervento di ampliamento di 359 posti auto in aggiunta del parcheggio esistente a servizio del Centro Elaborazioni Dati Intesa San Paolo - Corso Savona 58 - Moncalieri (TO) da 932 posti e contestuale proposta di variante urbanistica per la destinazione di una porzione dell'area da agricola Ee per 4.620 mq a servizi Sp (parcheggi).