1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

BANDO AIUTI ALLE FAMIGLIE ("SOSTEGNI BIS")

 
 

Si è chiusa in data 28 settembre 2021 la fase di presentazione delle domande.
È pertanto in corso la verifica delle istanze ricevute.


Dal giorno 13 e sino al 28 settembre 2021 è possibile presentare alla Città di Moncalieri istanza di partecipazione al bando aiuti alle famiglie ("sostegni bis") finalizzato all'elargizione di un contributo economico ai nuclei famigliari e ai cittadini più in difficoltà a causa dell'emergenza da covid-19.

La domanda deve essere compilata tramite modulo on line presente sul sito istituzionale del Comune utilizzando SPID oppure CIE.

Per partecipare al bando è necessario essere residenti nel Comune di Moncalieri

Bisogna avere un ISEE di valore pari o inferiore a € 16.000,00; al riguardo, è necessario riportare nella domanda i riferimenti dell'attestazione e il valore, e allegare l'attestazione stessa.

Nella domanda è necessario precisare:
dati anagrafici,
dati componenti del nucleo famigliare,
eventuale presenza uno o più soggetti con un'invalidità,
eventuale possesso abitazione principale tramite canone di locazione sul mercato privato.

Si deve inoltre indicare un IBAN per la ricezione del contributo con i dati dell'intestatario del conto corrente (in caso di cointestazione, è sufficiente indicarne uno).

In caso di soggetto impossibilitato alla compilazione autonoma, è possibile delegare un altro soggetto alla presentazione della domanda. In tal caso è obbligatorio precisare la motivazione e allegare alla domanda: delega sottoscritta (utilizzare il modulo word pdf); documento di identità del delegante.

L'intero testo del bando è qui

Per informazioni:
MoncalierInforma
Via Real Collegio n. 44
Telefono 011642238
Accesso al servizio previo appuntamento telefonico
Orari sportello telefonico: al lunedì al giovedì h 9-13 e 14-18, venerdì h 9-13

 
 
 
 

Si precisa infine che tutte le dichiarazioni prodotte si intendono rese con le formule dell'autocertificazione o della dichiarazione sostitutiva di atto notorio, ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR n. 445/2000. Ferme restando le responsabilità penali previste dall'articolo 76 del DPR n. 445/2000, qualora dal controllo emerga la non veridicità del contenuto delle dichiarazioni, il dichiarante decade dal beneficio e l'Amministrazione comunale provvederà al recupero del contributo eventualmente liquidato in forma indebita.